Tre storie di gruppi. Uno studio su 20 anni di trasformazioni nei trattamenti gruppali

Tiziana Cassese, Giulio Andreoli, Paola Lattanzio, Glenda Nicolini, Livia Racca

Abstract


In questo lavoro vengono prese in considerazione le riflessioni svolte da un’équipe multidisciplinare sulle proprie modalità di conduzione dei gruppi terapeutici rivolti ai pazienti alcoldipendenti e ai loro familiari. Il contesto è quello di un’Associazione del Privato sociale che da quasi trent’anni è presente sul territorio torinese nella cura e trattamento del disturbo da uso di alcol. L’articolo si propone di esplorare, attraverso l’utilizzo di un’intervista semi-strutturata, qual è la relazione tra i metodi trattamentali utilizzati nella conduzione dei gruppi e i cambiamenti avvenuti all’interno del Servizio di Accoglienza, nel corso degli ultimi 20 anni, nei termini di équipe e di modelli teorici di riferimento nella cura dei pazienti alcoldipendenti. Il lavoro di ricerca ha permesso di sistematizzare l’impianto trattamentale rivolto ai gruppi per alcoldipendenti e famigliari che ha trovato una specificità terapeutica nella definizione di “gruppi trasformativi”. Tali considerazioni hanno permesso all’équipe di favorire una revisione del proprio metodo di lavoro attraverso la riqualificazione e ridefinizione dei fattori terapeutici della terapia di gruppo.

Keyword


Alcol; Alcol dipendenza; Gruppi terapeutici; Gruppi familiari

Full Text

PDF

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


Copyright (c) 2016 Tiziana Cassese, Giulio Andreoli, Paola Lattanzio, Glenda Nicolini, Livia Racca

 

 

Creative Commons License

Se non diversamente indicato, i contenuti di questa rivista sono pubblicati sotto licenza Creative Commons Attribution 3.0.