Famiglie vacue, famiglie sole

Antonello D'Elia, Luisella Ferraris

Abstract


In questo lavoro gli autori si interrogano sulla domanda che la vita familiare pone ai suoi membri e sulle difficoltà degli operatori nei servizi nell'offrire risposte non già codificate. Attraverso la disamina di vignette cliniche viene avanzata l'ipotesi che l’ordine familiare delle generazioni si è disperso. Dopo aver esaminato alcuni mutamenti nelle funzioni parentali, gli autori concludono che ciò che è cambiato non riguarda tanto una trasformazione "strutturale" dei soggetti attori di ruoli familiari, quanto le modalità difensive di risposta al senso di solitudine di fronte alla necessità di trovare nuovi modi per sopperire alla mancanza di perduti "legami forti". In tale quadro si inserisce il compito degli psicoterapeuti familiari, a partire dalla loro capacità di sintonizzarsi con queste domande di aiuto a far evolvere le loro risposte difensive. 


Keyword


Legami familiari; Meccanismi di difesa familiari; Psicoterapia familiare

Full Text

PDF

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


Copyright (c) 2017 Antonello D'Elia, Luisella Ferraris

 

 

Creative Commons License

Se non diversamente indicato, i contenuti di questa rivista sono pubblicati sotto licenza Creative Commons Attribution 3.0.