Analisi dei processi dei gruppi di formazione: Una proposta metodologica e una esemplificazione empirica

Florinda Picone, Giuseppe Ruvolo

Abstract


Gli autori propongono una nuova metodologia di analisi dei processi di gruppo attraverso una griglia di codifica ed elaborazione del testo deregistrato dell’esperienza di gruppo, con particolare attenzione ai gruppi analitici che hanno obiettivi di formazione. Il metodo è costruito riprendendo il modello del CCRT proposto da L. Luborsky e alcune categorie di analisi utilizzate dal modello del Conflitto focale di gruppo di Lieberman e Whitaker. Viene proposta una esemplificazione empirica di applicazione a uno stralcio del testo di un gruppo di formazione.

Keywords: Analisi processi di gruppo; Gruppi di formazione; Ricerca empirica sui gruppi 


Full Text

PDF

Riferimenti bibliografici


Aveline, M. & Shapiro, D. A. (Eds.). Research foundations of clinical

practice. New York: Wiley.

De Maré, P., Piper, R., & Thompson, S. (1991). Koinonia: From hate, through the dialogue, to the culture in the large group. London:

Karnac Books. [tr. it. Koinonia: Dall’odio, attraverso il dialogo, alla

cultura nel grande gruppo. Roma: Edizioni Universitarie Romane,

]

Foulkes, S. H. (1975). Group-analytic psychotherapy: Method and principles. London: Gordon & Breach. [tr. it. La psicoterapia gruppoanalitica. Metodo e principi. Roma: Astrolabio, 1976.]

Glaser, B. G., & Strauss, A. (1967). The discovery of grounded

theory. Chicago: Aldine.

Kernberg, O. F. (1998). Ideology, conflict, and leadership in groups

and organizations. New Haven (CT): Yale University Press. [tr. it. Le

relazioni nei gruppi. Milano: Cortina, 1999.]

Kreeger, L. (Ed.) (1975). The large group: Therapy and dynamics.

London: Constable. [tr. it. Il gruppo allargato: Dinamica e terapia.

Roma: Armando, 1978.]

Lo Verso G., & Profita G. (1994). Il setting psicologico-clinico come

campo contransferale. In G. Lo Verso (Ed.), Le relazioni soggettuali

(pp. 163-176). Torino: Bollati Boringhieri.

Luborsky, L., & Crits-Christoph P. (Eds.) (1990). Understanding transference. New York: Basic Books. [tr. it. Capire il transfert.

Milano: Cortina, 1992.]

Napolitani, D. (1990). Formazione e trasformazione nei gruppi analitici. In G. M. Pauletta d’Anna (Ed.), Modelli psicoanalitici del gruppo (pp. 41-52). Milano: Guerini.

Pontalti, C., & Pontalti, I. (1998). Lo studio del processo inpsicoterapia: un’analisi dei settings multipersonali. Il Codice delle Emozioni Espresse ed il Codice degli Interventi del Terapeuta. In S. Di Nuovo, G. Lo Verso, M. Di Blasi, & F. Giannone (Eds.), Valutare le psicoterapie: La ricerca italiana (pp. 177-195). Milano: Franco Angeli.

Profita G., & Ruvolo G. (1997). Variazioni sul setting: Il lavoro clinico e sociale con individui, gruppi e organizzazioni. Milano: Cortina.

Profita G., Ruvolo G., Lo Mauro V. (2007). Transiti psichici e culturali. Milano: Libreria Cortina.

Ruvolo, G., & Di Stefano, G. (2002). Il gruppo allargato nel contesto della formazione universitaria: Esperienza e ricerca. Gruppi, 4, 69-109.

Stolorow, R. D., & Atwood, G. E. (1992). The contexts of being. Hillsdale (NJ): The Analytic Press. [tr. it. I contesti dell’essere. Torino: Bollati Boringhieri, 1995.]

Whitaker, D. S., Lieberman, M. A. (1964). Psychotherapy through the group process. ALDINE Publishing Company. New York.


Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


Copyright (c) 2016 Florinda Picone, Giuseppe Ruvolo

 

 

Creative Commons License

Se non diversamente indicato, i contenuti di questa rivista sono pubblicati sotto licenza Creative Commons Attribution 3.0.